Oggi Instagram è una vera e propria community in cui gli utenti visualizzano l’immagine di un’attività.

Per promuovere un’azienda su Instagram è innanzitutto necessario aprire una Business Page. L’account non deve essere gestito come un profilo personale; i post e i commenti devono rispecchiare la filosofia dell’azienda, non la voce di una singola persona. Va inserito il nome della compagnia, il logo e una breve biografia.

Senza una forte presenza su Instagram, le aziende rischiano di essere ignorate o dimenticate, soprattutto dalla generazione di consumatori più giovani. Utilizzandolo seriamente, invece, si possono cogliere tante nuove opportunità.

Per prima cosa bisogna fissare dei traguardi specifici, sempre tenendo in mente gli obiettivi della tua attività. Ad esempio: aumentare le vendite dei prodotti, aumentare il traffico verso il sito, aumentare la consapevolezza della marca, aumentare le citazioni tramite l’hashtag del brand.

Gli obiettivi che ti poni per la tua strategia su Instagram dovrebbero essere tutti raggiungibili e misurabili.

Una volta redatta la dichiarazione di intenti, puoi preoccuparti della strategia relativa ai contenuti. Dovrai quindi stabilire: la frequenza di pubblicazione dei contenuti, l’ora del giorno per pubblicare i post, un calendario dei contenuti, il tema dei contenuti.

Secondo uno studio di Iconosquare, le persone che usano Instagram tendono a essere più propense all’acquisto: il 70% visita spesso i profili dei brand e il 62% dichiara di seguirli proprio perché è interessato ai contenuti che pubblicano.

Per riuscire a coinvolgere gli utenti e influenzarli, bisogna mostrare loro che la pagina è attiva, non meramente pubblicitaria. Lanciare contest, rispondere ai commenti, sono tecniche che favoriscono la conversazione e mostrano agli utenti un reale coinvolgimento da parte del brand.

Usare Instagram come parte di una campagna di marketing può portare ad aumentare la visibilità e la notorietà del brand, e di conseguenza dei contatti e delle vendite.